I PREMI FAIR PLAY ASSEGNATI DAL CLUB

Nel 2001 – Sala degli specchi, Villa Niscemi:

Presidentissimo” Renzo Barbera

Nel 2002:
Preside Volante” Ninni Vaccarella, Gaspare Polizzi, Rosario Zampardi.
Nel 2003:
Salvatore Antibo, Biagio Conte, Giuseppe Morici
Nel 2004:

Pino Clemente, Piero Fagone, Sabrina Seminatore

Nel 2005:

Luca Moncada, Valentina Salvia, Zdenek Zeman

Nel 2006:

Eugenio Corini, Francesco Siculiana, Luca Valdesi

Nel 2007 – Villa Niscemi:

Francesco Bruni detto Checco, Antonio Ardizzone ed Enrico Piacenti, Giovanni Visconti

Nel 2008  – Sala Gialla di Palazzo dei Normanni:

Massimo Vincenzo Costa (carriera), Allievi Regionali asd Fincantieri (gesto), Giovanni Tedesco (attività)

Nel 2009 – Sala Gialla di Palazzo dei Normanni:

Fabio Nucatola (carriera), Nicola Riolo (attività), Massimiliano Rizzo (attività), Primavera US Città di Palermo (carriera)

Nel 2010 – Sala Gialla di Palazzo dei Normanni:

Antonio Coglitore (attività), Vito Maggio (carriera), Salvatore Sirigu (attività)

Nel 2011 – Sala Gialla di Palazzo dei Normanni:

Piero Alessi e Giorgia e Serena Lo Bue (attività), Fabrizio Griffo e Abwine Eder Federico (carriera)

Nel 2012 – Circolo degli Ufficiali:

Giuseppe Angilella (attività), Roberta Cascio (promozione), Domenico Marzullo e Roberta Buttiglieri (gesto), Fabrizio Miccoli e Simona La Mantia (carriera)

Nel 2013:

Nel 2014 – Arsenale Borbonico:

Giovanni Ciprì (gesto), Club Canottieri Roggero di Lauria (attività), Giuseppe Iachini (carriera)

Nel 2015 – Villa Lampedusa:

ANPS di Monreale (gesto) e Lidia De Nicola (carriera)

Nel 2016 – Villa Malfitano Witaker:

Emmanuele Francesco Maria Emanuele (carriera), Orazio Scarpa (gesto)

Nel 2017 – Orto Botanico di Palermo:

Sandro Campagna (carriera), Pierfrancesco Diliberto detto PIF (gesto), Vincenzo Riolo (attività)

Nel 2018 – Sala Gialla di Palazzo dei Normanni:

Antonio Trippodio (gesto), Circolo della Vela Sicilia e TeLiMar (attività), CUS Palermo e Lega Navale Italiana Sezione Palermo Centro (carriera)

Carta del Fair play

Qualunque sia il mio ruolo nello sport, anche quello di spettatore, mi impegno a:

1. Fare di ogni incontro sportivo, poco importa la posta in palio e la rilevanza dell’avvenimento, un momento privilegiato, una sorta di festa.

2. Conformarmi alle regole ed allo spirito dello sport praticato.

3. Rispettare i miei avversari come me stesso.

4. Accettare le decisioni degli arbitri e dei giudici sportivi, sapendo che come me, hanno diritto all’errore, ma fanno di tutto per non commetterlo.

5. Evitare la cattiveria e le aggressioni nei miei atti, parole o scritti.

6. Non usare artifici o inganni per ottenere il successo.

7. Essere degno nella vittoria, come nella sconfitta.

8. Aiutare ognuno, con la mia presenza, la mia esperienza e la mia comprensione.

9. Soccorrere ogni sportivo ferito o la cui vita è in pericolo.

  1. Essere realmente un ambasciatore dello sport, aiutando a far rispettare intorno a me i principi qui affermati.

Onorando questo impegno, sarò un vero sportivo.