Il nostro Socio Carlo Landolina eletto Membro effettivo del Collegio Arbitrale del Distretto Italia P.I.

Tempo di assemblee elettive. Sabato 3 ottobre 2020 alle ore 10,00, si è riunita, infatti, anche l’assemblea ordinaria dei Soci del Distretto Italia, presso il Salone d’Onore del Coni – Piazza Lauro de Bosis 15 – Roma.

Dopo l’esecuzione dell’Inno Nazionale e la lettura della carta del Panathleta vi è stato il saluto del Presidente del Panathlon International, Pierre Zappelli, che ha riassunto la situazione che si è venuta a creare con il COVID-19 che ha di fatto rallentato ovviamente tutti i programmi.

Il Presidente dell’assemblea ha dato lettura del verbale della Commissione verifica poteri dal quale è risultato:

Club Presenti 68, Club rappresentati da delega 68, Totale Club votanti 136 su 159 aventi diritto al voto. Presenza dei Club 85,5% del totale. L’Assemblea è stata quindi ritenuta validamente costituita.

Dopo i lavori assembleari, approvate le Relazioni ed i Bilanci si è passato alle votazioni.

Il Presidente dell’assemblea ricevuto il rapporto da parte degli scrutatori ha dato  lettura del risultato delle votazioni e per il Presidente hanno ottenuto voti: Giorgio Costa voti 73 e Pietro Pallini voti 60.

Giorgio Costa viene confermato Presidente del Distretto Italia per il quadriennio 2020 – 2023.

Nell’elezione dei 6 Componenti del Comitato di Presidenza il Presidente, ricevuto il rapporto da parte degli scrutatori ha dato lettura del risultato delle votazioni e sono risultati eletti: Antonio Laganà voti 86, Alberto Paccapelo voti 80, Federico Loda voti 69, Leno Chisci voti 67, Adriana Balzarini voti 62, Mario Ulian voti 60.

Nell’elezione dei Componenti del Collegio Contabile (3 effettivi e 2 supplenti), il Presidente ricevuto il rapporto da parte degli scrutatori ha dato lettura del risultato delle votazioni e sono risultati eletti: Membri effettivi: Franco Benesperi 81, Franco Vollono 63, Paolo Pagliari 58; Membri supplenti: Claudia Buonpensieri 49, Luciano Raggio 36.

Nell’elezione dei Componenti del Collegio Arbitrale (3 effettivi e 2 supplenti), il Presidente ricevuto il rapporto da parte degli scrutatori ha dato lettura del risultato delle votazioni e sono risultati eletti: Membri effettivi: Giovanni Brichetto voti 62, Carlo Landolina (Club di Palermo) voti 60, Federico Cogo 57, Membro effettivo per anzianità panathletica; Membri supplenti: Alberto Ondei 57, Franco Capasso 18.

 

A tutti gli Eletti i complimenti del Panathlon International Club di Palermo e gli auguri di buon lavoro.

Grande soddisfazione ed orgoglio per la presenza tra i Componenti effettivi del Collegio Arbitrale del Socio del Club di Palermo, Carlo Landolina.

Il Past Governatore Eugenio Guglielmino è stato eletto Consigliere Internazionale

Sabato 17 ottobre 2020 nello splendido Teatro «La Nuova Fenice» di Osimo si è tenuta l’Assemblea dei Club del Panathlon International che ha rinnovato la propria fiducia al Presidente Pierre Zappelli  (CH) alla guida del Movimento per i prossimi quattro anni.

I 155 votanti hanno espresso anche le preferenze per rinnovare il Consiglio Internazionale che è risultato così composto:

Orietta Maggi – Vice-Presidente (I), Giorgio Chinellato (I), Stefano Giulieri (CH), Eugenio Guglielmino (I), Luigi Innocenzi (I), Patrick  Van Campenhout (B),  Luis Moreno Gonzales (PER).

L’incarico di Segretario Generale è stato confermato a Simona Callo (I) e quello di Tesoriere a Stefano Giulieri.

E’ la prima volta che una donna ricopre la carica di Vice Presidente.

Sono stati rinnovati anche i Collegi che risultano così composti:

Collegio dei Revisori Contabili – effettivi: Marino Albani (RSM) Andrea Sbardellati (I) Giuseppe Ravasi (I) – supplenti: Nicola Fiore (I) e Gabriel Del Monte (U)

Collegio Arbitrale e di Garanzia Statutaria – effettivi: Sandro Carlo Fagiolino (I), Franco Fähndrich (CH), Riccardo Galassi (I) – supplenti: Fatima Muoio (I) Mario Romano (U)

 

A tutti gli Eletti i complimenti del Panathlon International Club di Palermo e gli auguri di buon lavoro.

Grande felicità ed orgoglio per la presenza nel Consiglio del nostro past governatore, Eugenio Guglielmino, che è stato, appunto, eletto Consigliere Internazionale.

 

 

Potenziamento attività nautiche paralimpiche siciliane e realizzazione ed implemento di un polo nautico con il posizionamento di spogliatoio comprensivo di servizi igienici accessibili

Ancora una volta con il contributo della Fondazione Terzo Pilastro internazionale e la collaborazione con la Lega Navale Italiana Sezione Palermo Centro si realizza una bella iniziativa del Panathlon Internazional Club di Palermo.

L’obiettivo mira a promuovere diritti, autonomia, integrazione socio-sportiva, qualità della vita di atleti con disabilità fisica e/o psichica. Le azioni che verranno realizzate si muovono nella direzione di affermare e consolidare le pari opportunità nel campo sportivo della vela consolidando le azioni svolte dal Club negli anni 2017, 2018 e 2019.

Il sostegno all’attività paralimpica siciliana da parte della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, in collaborazione con il Panathlon Club di Palermo, ha prodotto, negli ultimi tre anni, notevoli e concreti risultati.

Di seguito un breve riepilogo dei risultati raggiunti:

L’intervento del 2017 ha fornito agli atleti paralimpici siciliani n.4 imbarcazioni modello Hansa 303. Gli atleti palermitani hanno potuto così confrontarsi con altri atleti paralimpici provenienti dalle diverse zone d’Italia per una crescita sportiva e confronto sulle buone pratiche adottate dai vari club italiani che si occupano di vela paralimpica.

Nel 2018 si è ulteriormente accresciuta l’attività paralimpica siciliana permettendo attraverso l’acquisto di un furgone lo spostamento della flotta Hansa in tutta la Sicilia. Sono nati così “poli paralimpici” a Siracusa, Marsala, Trapani, Cefalù e persino a Malta. Semkpre nel 2018 viene organizzata la prima manifestazione nazionale (Interzonale Centro – Sud): la Sicilia diviene il fulcro dell’attività velica paralimpica del Sud Italia.

Nel 2019 le importanti attività svolte, la partecipazione alle manifestazioni nazionali ed il gran numero di atleti avviati allo sport paralimpico portano la Classe Hansa Italia ad affidare alla L.N.I. di Palermo il Campionato Italiano Hansa Paralimpico 2019.

E’ di questi giorni, infine, la notizia dell’affidamento alla LNI di Palermo del Campionato Mondiale Hansa 303 per l’anno 2021.

Palermo, la Sicilia e l’Italia vengono notate a livello internazionale e nella sfida con Francia ed Inghilterra riescono ad avere la meglio.

La crescita del movimento paralimpico Siciliano forza trainante per quello italiano e l’organizzazione del Campionato del Mondo che si terrà a Palermo nell’ottobre 2021 impongono al Panathlon Club Palermo ed alla Fondazione Terzo Pilastro, convinti sostenitore dell’importanza e dell’assoluta produttività degli investimenti effettuati a sostenere ulteriormente le attività palermitane.

L’intervento che si vuole effettuare è quello relativo all’ulteriore potenziamento delle attività e delle strutture esistenti.

La nuova carenza individuata è quella della struttura sportiva ove si tengono le attività veliche. Un intervento mirato potrebbe ridimensionare le differenze di impiantistica sportiva a mare tra nord e sud Italia.

La costruzione di una House Boat destinata ad essere uno spogliatoio con wc accessibile e ricovero delle attrezzature e carrozzine appare quanto mai necessaria per permettere un’agevole attività che unita alla realizzazione di un ulteriore pontile a cura della LNI rendere la Cala di Palermo idonea ad accogliere i numerosi velisti paralimpici attesi nel 2021 a Palermo.

La nuova iniziativa deliberata dal Consiglio Direttivo del Panathlon Palermo ed approvata dalla Fondazione Terzo Pilastro si estrinsecherà in:

Potenziamento Polo Nautico L.N.I. “Oltre le barriere” presso la Cala di Palermo con il posizionamento di una House Boat galleggiante classificata come imbarcazione con wc accessibile e spogliatoio.

Collaborazione ed utilizzo della nuova attrezzatura all’organizzazione a Palermo di un importante evento sportivo paralimpico nazionale che in continuazione con i progetti svolti negli anni 2017, 2018 e 2019 possa concretamente ed ulteriormente far crescere l’attenzione nei confronti delle attività velica paralimpica siciliana.

La collaborazione con la LNI permetterà a tanti atleti siciliani di poter usufruire di servizi igienici adeguati nell’emiciclo della Cala nonché l’utilizzo di uno spazio da dedicare a deposito di carrozzine e spogliatoio.

Azioni specifiche del Panathlon Club di Palermo:

– avvicinare e sensibilizzare al mondo della vela tantissimi diversamente abili siciliani.

– collaborare alla formazione di atleti paralimpici agonisti per partecipare a vari campionati di vela/regate;

– attivare un ulteriore implemento dell’attività paralimpica regionale;

– implementare le strutture esistenti presso la Cala di Palermo con l’acquisto di una House Boat attrezzata con servizi igienici per diversabili da destinare a spogliatoio e un nuovo pontile già autorizzato dalla locale Autorità Portuale di Palermo;

– monitorare le attività di partners ed istituzioni per il raggiungimento dei risultati.

Quattro video-conferenze nei giorni caldi della pandemia hanno interessato tanti Soci del Panathlon di Palermo

L’emergenza corona virus ha messo tutto il mondo a dura prova. Con il lockdoiwn le giornate sono sembrate a volte interminabili ed altre volte, invece, sono sembrate troppo brevi per gli impegni che ognuno, malgrado tutto, si è creato per potere passare il periodo infinitamente drammatico.

Moltissimi Soci del Panathlon Club di Palermo si sono prodigando per aiutare coloro che hanno avuto bisogni di vario genere e, altri, hanno messo al servizio degli sportivi, giovani e non, la propria professionalità per consentire che l’attività motoria si potesse svolgere anche nelle proprie abitazioni.

Per conoscere tutte le iniziative dei Soci e delle proprie Associazioni Sportive (circoli, palestre, etc.) il Panathlon Club di Palermo, con la preziosa collaborazione del Socio Vincenzo Autolitano, Presidente, tra l’altro della Sezione di Palermo Centro della Lega Navale Italiana e del Consigliere Beppe Tisci, Vice Presidente della 7^ Zona (Sicilia) della Federazione Italiana Vela, ha pensato di fare cosa utile organizzando una prima video-riunione dei Soci, giovedì 9 aprile alle ore 21.

Partecipare è stato piuttosto facile, dai propri computer palmari e non, tablet PC, iPod, etc. ed il Club si è messo comunque a disposizione per collaborare con chi ancora non lo sapeva fare.

Dopo questa prima importante esperienza, che è stata utile anche per fare rivedere i Soci e fare rompere l’incantesimo che li aveva ingiustamente separati, è stato effettuato un secondo incontro martedì 21 aprile alle ore 21.

A questa seconda video-conferenza ha preso parte il Prof. Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo e Socio Onorario del Panathlon Club di Palermo, ed il Dr. Paolo Petralia Camassa, Assessore allo Sport del Comune di Palermo.

L’incontro è stato interessantissimo perché molti Soci hanno partecipato attivamente, confrontando le proprie esperienze e, sopratutto per le importanti presenze istituzionali del Sindaco e dell’Assessore allo Sport che hanno consentito al Club di rendersi propositivo verso il Governo siciliano con proposte utili ad una ripresa delle attività dello sport con tutti i requisiti idonei a salvaguardare la salute ed il benessere dei cittadini.

La brillante iniziativa è stata ripetuta per la terza volta martedì 5 maggio alle ore 21 con un altro incontro in video-conferenza al quale hanno preso parte, oltre all’Assessore allo Sport del Comune di Palermo, Paolo Petralia Camassa, Francesco Ettorre, Presidente della Federazione Italiana Vela e Francesco Zappulla, Presidente della 7^ Zona (Sicilia) della Federazione Italiana Vela.

E’ stata una buona occasione per poter conoscere come la grande federazione della Vela si è organizzata per la vita dei circoli affiliati durante l’emergenza corona virus e soprattutto per come sta programmando il dopo pandemia; è stata utile anche per conoscere come poter superare i problemi del diporto nautico e soprattutto per come si sta programmando l’alta specializzazione in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 in programma nel luglio/agosto 2021. Importante anche la presenza all’incontro delo Socio Giuseppe Chianello, Commissario Straordinario del Comitato Sicilia della Federazione Italiana Canottaggio che nell’occasione ha illustrato come la FIC ha operato durante la pandemia e quali sono i programmi immediati della Federazione in Italia ed in Sicilia.

Dopo gli interessanti incontri in video-conferenza del 9, 21 aprile e 5 maggio, durante i quali sono stati in tanti i Soci ad apprezzare l’invito del Club partecipando attivamente, si è ripetuta l’iniziativa con un ulteriore incontro, sempre in video-conferenza, mercoledì 20 maggio alle ore 21.

In questo nuovo incontro sono stati esplorati insieme i problemi creati dal corona virus al grande e complesso mondo degli atleti Master.

Il confronto con il coordinamento del Socio Antonio Coglitore, Presidente della Waterpolo Palermo e con ospite eccezionale il pluricampione olimpico di canottaggio Rossano Galtarossa, oggi Direttore della Società Canottieri Padova, una delle prima strutture sportive ad aver aperto i battenti ai tesserati dopo lo stop dovuto alla pandemia.

Rossano Galtarossa ha partecipato ben 6 volte ai Giochi Olimpici. La prima volta a Barcellona, nel 1992, dove ha tagliato il traguardo al 3° posto. Nel 1996 ad Atlanta in USA, nel 1996, dove non è riuscito ad andare oltre la quarta posizione. Si è tolta la più grande soddisfazione della propria carriera sportiva trionfando a Sydney in Australia, nel 2000. Terzo ad Atene, nel 2004, mentre ha compiuto un autentico capolavoro nel 2008 a Pechino, giungendo secondo. Nel 2011 è tornato ad essere protagonista con la maglia azzurra ed ha qualificato la barca per le Olimpiadi di Londra, del 2012, dove ha partecipato come “riserva”. E’ stato il canottiere italiano ad aver vinto più medaglie alle Olimpiadi: ben 4, un oro, un argento e due bronzi. Nella sua carriera conta complessivamente 166 medaglie d’oro, 59 medaglie d’argento e 26 medaglie di bronzo.

Quattro appuntamenti molto interessanti, ai quali hanno partecipato attivamente tantissimi Soci che hanno apprezzato l’iniziativa del Club, confrontato i loro problemi e facendo tesoro anche delle esperienze altrui per superarli agevolmente.

Tra pochi giorni ricorre l’anniversario della morte del “presidentissimo” Renzo Barbera, primo premio Fair Play del Panathlon di Palermo

Oggi, 19 aprile 2020, ricorre il centenario della nascita di Renzo Barbera. Figlio di Giuseppe, Consigliere d’amministrazione del Palermo Calcio e Presidente del Circolo del Tennis, e di Maria Rutelli, Renzo da ragazzo giocava a calcio e a rugby e fu anche Ufficiale dell’esercito durante la seconda guerra mondiale. Sposatosi con la triestina Giuliana Cicutto nel 1948, ebbe tre figli: Giuseppe, Ferruccio e Maria Ludovica.

Nel 1951 Barbera entra nel mondo del calcio e ancora prima di diventare il “presidentissimo” del Palermo, quale grande figura di mecenate sportivo che era, rifondando la Juventina Palermo si inventa, a Resuttana assieme all’Atletic Club Bacigalupo, una realtà di ottima aggregazione giovanile dove gran parte dei giovani calciatori della città hanno dato i loro primi calci al pallone.

Il Presidente, al quale è stato intitolato lo stadio nel settembre 2002, qualche mese dopo la sua scomparsa, nel 1966 entra nel Consiglio di Amministrazione del Palermo Calcio, e nel maggio 1970 ne viene eletto Presidente al posto del dimissionario Giuseppe Pergolizzi, passando il testimone a Gaspare Gambino nel marzo 1980.

Con lui la squadra è tornata in Serie A nel 1972 e ha giocato due finali di Coppa Italia, contro il Bologna nel 1974 e contro la Juventus nel 1979. A Bologna restò famoso il suo gesto quando sportivamente fu il primo a tendere la mano al capitano della squadra avversaria.

Durante il decennio della sua gestione, nel 1973 il club rosanero ha ricevuto anche la Stella d’oro del CONI al merito sportivo, perché Barbera dimostrò di essere molto interessato anche ad altri sport di squadra, come il predecessore Raimondo Lanza di Trabia, ed infatti anche se per poco tempo, durante la sua presidenza rese il Palermo una polisportiva.

Nel 1990 fu eletto Presidente del Comitato organizzatore siciliano del Campionato del mondo di calcio e, nello stesso anno, venne nominato Presidente onorario del Palermo Calcio.

Nel dicembre del 2001 il Panathlon International istituì i Premi Fair Play ed il Club di Palermo gli conferì il Premio, consegnatogli presso Villa Niscemi proprio pochi mesi prima della sua morte, avvenuta all’età di 82 anni la notte del 20 maggio 2002.

 

DOPO CENA DEI SOCI DEL CLUB IN VIDEO CONFERENZA CON IL SINDACO DI PALERMO, LEOLUCA ORLANDO

L’emergenza corona virus sta continuando a mettere tutti a dura prova anche i Soci del Panathlon di Palermo.

Dopo la bella esperienza del 9 aprile u.s. in cui il Club ha visto all’incontro la partecipazione di quasi trenta Soci (Accurso Pietro, Alaimo Maurizio, Amoroso Rosastella, Autolitano Vincenzo, Barresi Beppe, Bosco Sisto, Cascio Roberta, Chianello Pippo, Costantini Marco, Dicara Nino, Ganci Gaspare, Giliberti Marcello, Giunchiglia Giuseppe, Guccione Gabriele, La Rosa Massimo, Lo Dato Eros, Lo Torto Giuseppe, Musmeci Giampiero, Piraino Gaetano, Speciale Paolo, Tisci Beppe, Udine Armando, Urso Cosimo Roberto, Vetrano Ugo, Vitale Andrea, Vitale Benedetto) il Presidente Andrea Vitale desidera ripete l’incontro ancora una volta dopo cena

in video conferenza, martedì 21 aprile alle ore 21.

All’incontro prenderanno parte anche il Sindaco di Palermo, Prof. Leoluca Orlando e l’Assessore allo Sport del Comune di Palermo, Paolo Petralia Camassa.

Anche questa volta si usufruirà della preziosa collaborazione in qualità di coordinatore dell’evento del Socio Vincenzo Autolitano.

Partecipare sarà facile, infatti per collegarsi alla riunione basterà seguire semplici istruzioni ed il collegamento potrà avvenire via PC (tramite browser) o via tablet/smartphone (scaricando la app CISCO WEBEX MEET).

Invitiamo ad utilizzare sempre la chat del Club solo per fini istituzionali, evitando di inviare messaggi personali o di proprie associazioni per i quali è meglio utilizzare i propri “gruppi whatsapp”, se del caso inserendo i numeri di telefono dei Soci che si desidera informare.

 

 

auguri di Buona Pasqua

Cristo è risorto! E noi abbiamo la possibilità di aprirci e ricevere il Suo dono di speranza. Apriamoci alla speranza e mettiamoci in cammino; la memoria delle Sue opere e delle Sue parole sia luce sfolgorante, che orienta i nostri passi nella fiducia, verso quella Pasqua che non avrà fine.    Papa Francesco

Il momento è particolare e la solitudine, l’incertezza, l’incognito, i lutti, mettono a dura prova la nostra sopportazione. Bisogna avere il coraggio di non avere paura. Stiamo a casa, cerchiamo di essere rispettosi degli altri. Cerchiamo di tenere allenato il cervello ed il corpo. Stiamo uniti e vicini nella lontananza.

In questa particolare ricorrenza della Santa Pasqua giungano nelle Vostre case gli Auguri affinché domani sia meglio di ieri ed oggi serva affinché questo possa avvenire.

Buona e serena Pasqua a tutti Voi, alle Vostre famiglie, a tutti i panathleti del Mondo, a tutti gli sportivi, con rinnovata fiducia verso un futuro migliore pieno di Fair Play e di Amicizia.

Rinvio Assemblea Elettiva del Distretto Italia del 9 maggio 2020 causa Coronavirus

Ricorre oggi la Giornata Mondiale dello Sport per la Pace e lo Sviluppo indetta dalle Nazioni Unite e Giorgio Costa
Presidente Distretto Italia ha ritenuto opportuno ricordare le parole del Papa all’Angelus di ieri  “In questo periodo, tante manifestazioni sono sospese, ma vengono fuori i frutti migliori dello Sport:, la resistenza, lo spirito di squadra, la fratellanza, il dare il meglio di se…  Dunque rilanciamo lo Sport per la Pace e lo Sviluppo”.

Visto l’evolversi della situazione contingente al Coronavirus, considerata l’intensità e il perdurare dell’emergenza epidemiologica, di concerto con il Panathlon International, è stato deciso il rinvio dell’Assemblea indetta per l’elezione delle cariche del Distretto Italia.

Non essendo possibile ipotizzare per adesso una data certa in cui stabilire il giorno, l’ora e la località dell’Assemblea, lo svolgimento della stessa è stato rinviato a quando si potrà garantire a tutti la partecipazione in modo sicuro e sereno.

Certo che capirete la motivazione di questo ulteriore rinvio, nel ringraziarVi per il grande contributo che i Club ed i Governatori, da veri Panathleti, stanno offrendo alla Società per aiutare a debellare questo nemico subdolo, invisibile e devastante – scrive Giorgio Costa, Presidente del Distretto Italia ai Presidenti dei Clubs – e invito a portare il mio saluto a tutti i Soci, con la speranza di sconfiggere nel più breve tempo possibile il COVID-19 “.

 

Rimandata l’Assemblea Ordinaria Elettiva del Panathlon International

A seguito dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia del COVID-19, il Consiglio Internazionale del Panathlon International ha reputato di posticipare a data da destinarsi l’Assemblea Ordinaria Elettiva ed il Congresso Internazionale già fissato, ma non ancora convocato, per il prossimi 6 e 7 giugno 2020 ad Osimo.

Questo provvedimento assunto per causa di forza maggiore, permetterà ai Soci del Panathlon di incontrarsi quando questo triste e difficile momento sarà solo un brutto ricordo.

Il Panathlon International spera di potere comunicare presto una nuova data e augura a tutti le migliori fortune, in attesa di conoscere le nuove direttive governative e sanitarie.

 

Gli effetti nefasti del coronavirus – l’aggiornamento del calendario annuale

Annullare la Cerimonia dedicata alla consegna dei Premi Fair Play 2019 e dei Riconoscimenti Donne e Sport 2020 è stato sicuramente doloroso ed imprevedibile. La scelta, assolutamente necessaria e condivisibile, è stata effettuata dalla Presidenza dell’Assemblea regionale siciliana e subita dal nostro Club.
Sicuramente ancora più doloroso è, in questo momento, sospendere le prossime attività previste nell’immediato futuro per il nostro Club:
  • la conviviale prevista per il mercoledì 22 aprile e dedicata agli sportivi “più abili” dove avremmo affrontato il tema della “disabilità nello sport”, con il coordinamento dei Soci Roberta Cascio e Gaspare Ganci;
  • la tradizionale gita sociale prevista per la domenica 17 maggio nella quale festosamente ci saremmo recati a Susafa, nei pressi di Polizzi Generosa, nei luoghi del cibo, perché in quello che un tempo era l’antico granaio c’è oggi un ristorante tra possenti pareti in pietra dove l’atmosfera ha il calore della memoria ma in chiave gentilmente contemporanea, mentre il camino riscalda le emozioni e gli odori fluttuano tra ampie volte.
Questo momento molto particolare ed unico nel suo genere ci vede in molti isolati nelle nostre abitazioni, alcuni soli, altri con i familiari più vicini, a passare le giornate impegnandoci in varie maniere, spesso insolite e comunque tristi.
Altri, meno fortunati, malgrado il periodo altamente pericoloso, vivono in trincea, continuando le proprie attività lavorative (i più fortunati tra questi da casa). Sono i medici, gli infermieri, i farmacisti, gli impiegati delle aziende di trasporto, coloro che operano nelle stazioni o all’aeroporto con vari incarichi, i commercianti dei beni di prima necessità, i giornalisti, le forze dell’ordine, i vigili urbani, etc.
A Loro va il nostro grazie incondizionato e la nostra solidarietà. Non ci sono parole per esprimere l’infinita nostra  riconoscenza.
Un pensiero affettuoso e doveroso agli sportivi. E nella nostra comunità si tratta della stragrande maggioranza dei Soci. Hanno continuato, fortunatamente e con le modalità stabilite dalla legge, la loro attività di dirigenti, tecnici ed atleti. Allestendo spesso nelle proprie abitazioni delle vere e proprie palestre (anche io nel mio piccolo ho recuperato dalla cantina una vecchia ciclette) quotidianamente si tengono in attività o, gli istruttori, impartiscono lezioni in video conferenza, in maniera tale da potersi tenere in forma fisica oltre che mentale.
Finirà. Non sappiamo come e quando ma finirà. Coraggio, teniamoci in contatto in maniera tale da riuscire ad essere vicini mentre siamo lontani. Avremo la forza di riprendere la nostra attività sociale e cercheremo di fornire al mondo dello sport un servizio ancora migliore e più incisivo di quanto siamo riusciti a fare anti coronavirus.
Siamo stati messi a dura prova ma sono certo che il nostro carattere di sportivi unito al senso di Fair Play insito in ognuno di noi ci fa sopravvivere e ci farà riprendere l’attività con coraggio e determinazione.
Stiamo a casa. Evitiamo qualsiasi contatto non necessario con persone al di fuori del nostro nucleo abitativo. Cerchiamo di non ammalarci, questa è la cosa più importante.
Un ultimo pensiero a quegli amici e conoscenti (e penso purtroppo che ognuno di noi ne ha qualcuno) per il momento “positivi” o peggio ancora in terapia d’urgenza.
Preghiamo per loro e che il Signore li assista.
Sperando di poterVi incontrare presto e che il coronavirus possa divenire un brutto ricordo, un caro e panathletico saluto.
Andrea Vitale

 

Calendario delle attività sociali previste nell’anno 2020